Tags Posts tagged with "cultura"

cultura

0

Lucabanana parte alla volta del Cammino di Santiago di Compostela. L’artista napoletano racconterà in diretta ai nostri lettori le tappe del suo viaggio attraverso messaggi video che pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook. Seguiremo la sua avventura nel cimentarsi con un percorso dal forte valore spirituale e artistico.

Luca De Lorenzo è un cantante lirico e attore napoletano che ama esibirsi per le strade della sua città. Le sue performance, fuori dall’ordinario, fanno parte del Lucabanana’s Project, un progetto artistico che comprende varie discipline: la musica, la danza, l’illusionismo, il burlesque e i tessuti. L’arte per il riscatto di una città e di una generazione “alla quale vengono continuamente sottratti spazi creativi, nonché la possibilità di dar voce al proprio estro artistico”.

13588829_10209940760460960_138478693_o-1024x809

Qualcuno può averlo incontrato per le strade del centro storico di Napoli a bordo del suo Apecar durante il “Vasciotùr”. Uno spettacolo itinerante su un “treruote” con cui spera di girare il mondo attraversando le piazze delle grandi città.

Nelle prossime settimane Lucabanana affronterà il famoso Cammino di Santiago di Compostela, lungo percorso intrapreso da pellegrini provenienti da tutto il mondo fin dal Medioevo. Un percorso suggestivo che Luca racconterà ai lettori de La Scuola a Colori. Luca ci racconterà le sue giornate, condividendo con noi le emozioni e gli incontri che vivrà durante il viaggio.

Dopo l’ultimo suo spetaccolo, andato sold out al Teatro San Ferdinando, il sogno di Luca è quello di portare la sua arte negli Stati Uniti insieme a tutti i suoi collaboratori ed amici. Per questo ha lanciato una campagna di crowdfinding sul suo sito ufficiale.

IMG-20160713-WA0008

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi non ha inizio solo la più grande Esposizione mai realizzata in Italia, ma sarà anche il giorno della grande battaglia per tutti i movimenti antagonisti e di resistenza al modello economico e imprenditoriale di Expò 2015. “Dal 29 aprile al 3 maggio, prima, durante e dopo l’inaugurazione di Expo, Milano sarà laboratorio sociale di resistenze e alternative” si legge sul sito dei No Expò, il movimento a cui hanno aderito collettivi e centri sociali, precari e lavoratori, contadini, sindacati, gruppi ecologisti e tanti altri, italiani e stranieri. Così hanno inizio le “Cinque Giornate di Milano”.

VIDEO