Quando le Politiche per la scuola offrono concrete opportunità di crescita formativa per i giovani è giusto diffondere e sostenere le iniziative che sono promosse dalla Pubblica Amministrazione. L’occasione arriva  della Regione Puglia per il tramite della Sezione Formazione Professionale, la quale ha investito ben 20 milioni di Euro su due distinti progetti riservati alle Scuole Superiori della Regione.

I progetti, fortemente voluti dal Governatore Emiliano, sono rivolti al “rafforzamento delle competenze delle lingue” , e rappresentano un’occasione per approfondire all’estero la pratica delle lingue europee per un periodo di tre/quattro settimane vissuti nel Paese madrelingua. L’altro Progetto,  “Tirocini in mobilità transnazionale”, ha quale obiettivo quello dell’ apprendimento professionale  attraverso il confronto con le modalità, le procedure dei modelli del lavoro all’estero.

Queste Azioni conosciute come Avviso 7/2016 (lingue) e Avviso 10/2016 (Tirocini) sono la conferma di una linea di politica scolastica  pugliese che tende a rendere stabili le opportunità di formazione con nuove strategie e nuove modalità; due Azioni nel solco del successo dei Progetti L1 e L2, finanziati lo scorso anno. In linea con gli orientamenti europei, nazionali e regionali, i Progetti coinvolgono gli studenti pugliesi a  sostenere il miglioramento ed il rafforzamento del capitale umano ed è rivolto a studenti  anche in uscita da percorsi del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale.

L’ Avviso 7 promuove percorsi di mobilità transnazionale finalizzati al miglioramento delle competenze linguistiche e all’acquisizione delle relative certificazioni. Attraverso una autonoma progettazione, ogni Istituzione Scolastica propone agli studenti iscritti alle classi III e IV di tutti gli Istituti Scolastici di Istruzione Secondaria Statali per l’Anno Scolastico 2016/2017, agli allievi della II^ e III^ annualità dei percorsi triennali di IeFP e agli allievi del I° e del II° anno delle Fondazioni ITS, la possibilità di frequentare corsi di lingua presso istituti di comprovata esperienza, con il conseguimento di certificazioni finali riconosciute a livello internazionale e spendibili nel mercato del lavoro. La caratteristica dell’Azione Tirocini in mobilità transnazionale (Avviso 10) è quello di migliorare l’occupabilità dei giovani pugliesi con azioni di orientamento ed accompagnamento attraverso tirocini focalizzati prioritariamente sull’acquisizione di competenze specialistiche e qualificanti (trasmissibili prevalentemente on the job) da svolgere presso Aziende situate in altri Stati membri dell’U.E.

Ogni Scuola, Fondazione ITS, Ente Formativo ha potuto partecipare ad un bando pubblico per richiedere il finanziamento di un progetto linguistico e/o di Tirocinio là dove la Regione Puglia ha svolto il ruolo di Ente Promotore e l’Istituzione Scolastica sarà l’Ente Attuatore. La Scuola nella sua autonomia gestisce la realizzazione dei progetti attraverso gare pubbliche, nel rispetto delle regole, degli obblighi e nella trasparenza che deve caratterizzare una Amministrazione Pubblica. L’unica voce del budget finanziario non soggetto a gara è la scelta della scuola di lingua. Mentre nessuna intermediazione è prevista per l’individuazione delle Aziende ospitanti il tirocinio, con le quali la Scuola ha sottoscritto direttamente un progetto formativo. Come sta andando la fase organizzativa dei Progetti? Con questo articolo inizia un viaggio alla scoperta di buone pratiche generate dai progetti, ma anche, ahinoi  un viaggio nelle criticità che ci sono state segnalate. (continua)

NESSUN COMMENTO

Rispondi