Quello che vi apprestate a leggere è l’appendice all’articolo precedente. Questo scritto si è reso necessario per precisarne alcuni aspetti senza creare fraintendimenti. Alla base c’è un lavoro coscenzioso con l’obiettivo di facilitare il lavoro delle Istituzioni competenti, e non di screditarle, portando alla luce fatti non così semplici da far emergere. Essere più didascalici, servirà ad evitare false intepretazioni e tutelare i veri destinatari di questi progetti: gli studenti.

Le segnalazioni ci sono giunte perché  al parere di due lettori in particolare, avremmo associato il Liceo Battaglini di Taranto e l’IISS Salvemini di Alessano alle ditte aggiudicatarie citate nel ns precedente servizio . Ricordate, quelle Agenzie aventi lo stesso indirizzo e la stessa proprietà e che avevano trionfato con le diverse sigle, presso quel gruppo di scuole che in Puglia già chiamano “le sei sorelle d’Irlanda”. Non l’abbiamo detto, perché non è andata cosi nell’aggiudicazione dell’avviso 10. Certamente  ci sono elementi che collegano le storie descritte nelle diverse realtà, elementi che involontariamente possono confondere il lettore. Per questo è nostro impegno essere chiari fornendo elemnti concreti a sostegno dei racconti. Con questa logica, i ragionamenti e le ulteriori osservazioni valgono la pena di essere trattati, quali elementi che aiutano a comporre il grande puzzle delle “regole” alla pugliese, che qualcuno ha adottato, per gli Avvisi 7 e 10- 2016.

Dunque per il Liceo Battaglini non abbiamo mai sostenuto,  che per l’avviso 10 l’operatore assegnatario  dell’’organizzazione del Progetto fosse lo stesso delle scuole attenzionate dal ns articolo. In questa Scuola sono presenti altre anomalie che sembrano complesse, invece facilmente spiegabili nella ovvia semplicità.

Il Racconto del Liceo Battaglini

Il 24 Marzo con prot.0002495 (09 uscita) la scuola pubblica una manifestazione di interesse per l’avviso 10 “Improve your skills”  destinazione Irlanda, chiedendo la disponibilità di operatori economici a partecipare alla procedura negoziata per individuare l’organizzatore del Progetto. Il bando conteneva alcune incongruenze come è possibile leggere in questo estratto dell’avviso.

I Servizi indicati e gli indirizzi sono improbabili. Le evidenti “incongruenze”, venivano segnalate dagli operatori interessati a partecipare all’avviso. Immaginiamo le difficoltà incontrate per interloquire con il “vertice scolastico”, costantemente impegnato a svolgere la funzione di leader didattico .Tale pressione telefonica induceva la scuola a sostituire il bando e ad emettere uno nuovo. In data 4 Aprile  Prot.0002935 (09 uscita) veniva pubblicato, con scadenza il 6 aprile (48h il tempo dato alle Aziende per manifestare interesse) il nuova avviso. Troppo poche ore per non indurre qualche malizioso pensiero sull’esiguità del tempo. L’avviso in sostanza correggeva la tipologia di alloggio per gli studenti (non più famiglie, ma in college) non più a Cambridge (che è in Inghilterra), lasciando però il parametro della vicinanza degli alloggi alla Azienda di tirocinio Olan Research LTD. Il liceo, nella sua magnanimità, intendeva facilitare gli operatori turistici fornendo persino il contatto mail dell’’Azienda: olandresearch@gmail.com, con una “d” in più rispetto all’indirizzo che abbiamo riscontrato osservando i contatti forniti dalle altre scuole. Restava nell’avviso il tono perentorio e la minaccia di esclusione  dell’invito in gara se l’operatore non fosse supportato da un formale accordo con ’”Azienda Irlandese”.

Il liceo Battaglini pretendeva che le Agenzia partecipanti alla gara dovessero gestire il rapporto e l’affidamento del compenso al Tutor dell’’Azienda, immaginando con questa procedura un percorso semplificato, senza ostacoli o interferenze “estranee”

Errare è umano, perseverare invece apre a maliziose congetture. E’ notizia certa che un’operatore economico, tra i più attivi tra quelli interessati a partecipare al Bando, informa la Dirigenza del Battaglini  con un documento ufficiale (posta certificata ) inviata giovedì 6 Aprile 2017 alle 11,57 (documento in ns possesso) la disponibilità a partecipare al Bando ma chiedendo precisazioni in merito a due aspetti, presenti nel Avviso che apparivano errati o incongruenti:

  1. L’ Agenzia faceva notare l’impossibilità da parte della scuola di mettere a Bando i servizi di tirocinio, come espressamente vieta la “normativa” regionale
  2. Denunciava in maniera circostanziata la storia, gli intrecci, le relazioni tra la Olan Research LTD, la Scuola di Lingue ospitante il tirocinio linguistico Avviso 7 Select English di Cambridge e la ditta vincitrice dello stesso Avviso British Maglie, tutto condita da riscontri e documenti ufficiali con nomi e indirizzi. Questa Agenzia aveva capito tutto ben tre mesi prima dei risultati a cui siamo giunti noi.

 

Troppo sfacciata questa Agenzia nell’interferire nel lavoro dei manager della Buona Scuola. E troppo informata per tenerla in gioco. Cosa accade? Semplice, il giorno 7 Aprile con nota Prot.0003063 (09 uscita), la scuola prende atto dell’osservazione circa il divieto di mettere a bando i servizi di tirocinio e revoca la manifestazione di interessi.

La Scuola non risponderà mai nel merito alla denunzia circostanziata inviata con posta certificata dall’Agenzia. Quale la conclusione? La Scuola non metterà più a bando i servizi di tirocinio. L’Agenzia denunciante non sarà invitata al bando di gara. Come non saranno invitati i nomi che secondo maliziose supposizioni era lecito aspettarsi secondo lo schema collaudato in altre realtà. Erano accesi troppi riflettori per rischiare un’attenzione ulteriore. Per la cronaca, a vince la gara è stato un operatore della provincia di Napoli, anch’esso (a nostro avviso) in conflitto di interessi per la presenza nel sorteggio di gara di un altro soggetto economico riconducibile allo stesso centro decisionale (quanto meno con lo stesso indirizzo).  Certamente questo malcostume non è l’unico caso in cui un’azienda (principale) e un suo clone si presentano allo stesso sorteggio per partecipare alle gara dei POR Puglia. Una doppia possibilità di essere sorteggiato. E’ una consuetudine, non un caso unico e non solo di questi POR. Eppure la normativa su questo punto è chiara:

Sono esclusi dalla gara i soggetti

“che si trovino, rispetto a un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento, in una situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del Codice civile o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione comporti che le offerte sono imputabili a un unico centro decisionale
la circostanza che la sede legale di una ditta corrisponde all’indirizzo di residenza e domicilio di entrambi gli amministratori e che, nel contempo, l’altra ditta ha la propria sede legale nel medesimo indirizzo, con la conseguenza che, in sostanza, entrambe le ditte hanno la sede legale nel medesimo indirizzo, che a sua volta coincide con quello di residenza di entrambi gli amministratori tra loro coniugati.
Parimenti, è stato affermato che possono essere legittimamente escluse da una gara due imprese nel caso in cui sussista una serie di indici presuntivi di collegamento sostanziale costituiti dagli intrecci personali tra gli assetti societari, tenuto anche conto delle circostanze di tempo e di luogo relative alla spedizione delle domande di partecipazione.”

La risposta all’improvvisazione e all’arbitrio sarebbe quella che, gli Enti pubblici che promuovono i Progetti, IMPORRESSERO LA TRASPARENZA in tutte le gare e in tutti i passaggi che le precedono. E’ possibile immaginare che leggi dello stato vengono applicate e rese obbligatorie anche nelle scuole? E se si pensasse, come deterrente, di escludere da Progetti finanziati con soldi pubblici le scuole che agiscono da soggetti privati nella gestione delle procedure? Il “Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013, entrato in vigore il 20 Aprile 2013, descrive con chiarezza gli obblighi della pubblica amministrazione verso l’esterno, e non manca di sottolineare, nel provvedimento, l’azione sanzionatoria per le amministrazioni inadempienti. Applicando la legge, non saremo costretti a navigare nel web imbattendoci in alcuni siti scolastici che appaiono del tutto fatiscenti e desolanti, non aggiornati regolarmente, non a norma di legge, utili solo a salvare le apparenze di chi “comanda”

Soddisfatti per le precisazioni. Però non chiedeteci presso quale Azienda a Dublino i liceali tarantini del Battaglini hanno svolto il tirocinio lavorativo. Se proprio siete curiosi di saperlo potete usare le prerogative di cui ogni cittadino dispone: l’Accesso Civico Generalizzato dove la Scuola come ogni Pubblica Amministrazione deve rendere disponibile, al cittadino che ne fa richiesta, tutte le notizie e tutta la procedura per ogni singolo atto amministrativo. Oppure aspettare l’ esito delle ispezioni che l’Autorità di gestione dei Progetti Pugliesi hanno dichiarato saranno svolte 

Il Racconto dell’IISS Salvemini

Questa scuola del leccese ha un ruolo molto importante nella ns narrazione e nella ricostruzione di luoghi e personaggi. Ricorderete che l’IISS Salvemini è stato l’unico Istituto che, con encomiabile trasparenza, aveva pubblicato l’indirizzo della OLAN RESEARCH LTD di Dublino, offrendoci un elemento per localizzare “il fantasma d’ Irlanda”

VISTA la necessità da parte dell’IISS “Salvemini” di Alessano (Le) di procedere all’individuazione di Tour Operator in grado di garantire il soggiorno e lo svolgimento dello stage a Dublino – Irlanda presso l’azienda “OLAN RESEARCH LTD” situata in 17B Anne St S, Dublin 2 Irlanda – olanresearch@gmail.com.;

E’ stato un gioco da ragazzi inviare un collaboratore all’indirizzo indicato per scoprire che ovviamente della OLAN RESEARCH LTD nessuna traccia. Interessante però sapere che all’indirizzo è presente una struttura di intermediazione che si occupa di assistenza a studenti impegnati nei progetti Erasmus, principalmente nella ricerca della casa. Titolare è un italiano, della provincia di Torino. La Eazy City ha uffici oltre a quello di Dublino anche a Cork e a Galaway. Proprio le località sponsorizzate dalla OLAN Research nei suoi “tour promozionali” presso le Scuole pugliesi.

I rumors provocati dalla ns inchiesta ha consigliato forse all’OLAND RESEARCH di comunicare alla Dirigente del Salvemini l’indisponibilità ad ospitare in Irlanda gli allievi di Alessano. Questa nuova situazione ha comportato il rinvio della gara per i servizi al 3 Agosto con decisa irritazione della scuola per il supplemento di attività non prevista a cercare all’ultimo momento le Aziende ospitanti per permettere il tirocinio. E con una difficoltà in più a confermare i servizi, essendo Il Salvemini l’ultima scuola in Puglia a prenotare i voli e l’ospitalità alberghiera.

Chiudiamo con una piccola curiosità, confermando che la British Maglie è stata l’aggiudicataria dell’Avviso 7 al Battaglini. Ma è risultata ultima nella graduatoria degli operatori per la stessa misura all’ IISS Salvemini. E’ solo una curiosità, però serve anche a farsi un idea sui personalissimi criteri
di valutazione adottati dalle scuole. (continua)

Leggi i capitoli precedenti: 

POR Puglia 2017: un teatrino europeo per rappresentare un inedito “gioco delle parti”

NESSUN COMMENTO

Rispondi