Quest’ anno nella nostra penisola si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Senato e della Camera dei deputati, tenutesi il giorno 4 marzo 2018, gli italiani sono stati chiamati al voto per eleggere i 630 deputati e i 315 senatori che risiederanno rispettivamente nella camera dei deputati e al Senato della Repubblica.

Quest’anno i risultati hanno visto il Movimento 5 Stelle come la lista più votata con ben il 32% dei voti, mentre la coalizione più votata, ovvero quella del centro destra ha raccolto circa il 37% dei voti.

Queste elezioni si sono tenute con il sistema dettato dalla legge n.165 del 3 novembre 2017. Questa legge sostituisce per il Senato della Repubblica il Consultellum e per la Camera dei deputati la legge elettorale italiana del 2015 o anche detta italicum. Il sistema, della legge, si rispecchia come un sistema elettorale misto. Per entrambe le camere:

-Il 37% dei seggi è previsto come sistema maggioritario nei collegi uninominali, ovvero una circoscrizione elettorale che elegge un unico rappresentante in una assemblea legislativa.

-Il 61% dei seggi sono divisi parzialmente tra le coalizioni e le singole liste che abbiano superato le previste sogli di sbarramento nazionale.

-Il 2% dei saggi è destinato al voto di corrispondenza degli italiani residenti all’estero.

Le elezioni sono concluse e le liste e le coalizioni in corsa sono le seguenti:

M5S guidato da Luigi Di Maio, che ha raccolto il 32% dei voti grazie alle nuove idee e nuove mentalità rispetto ai vecchi partiti politici, con proposte diverse quali l’abolizione di 400 leggi futili per il funzionamento dell’Italia e vogliono implementare il reddito di cittadinanza, che ha creato non poche polemiche.

Coalizione del Centrodestra che ha raccolto il 37% dei voti formato dai seguenti partiti: Forza Italia guidato da Silvio Berlusconi, la Lega guidata da Matteo Salvini, Fratelli d’Italia rappresentato da Giorgia Meloni e  dal partito Noi con Italia rappresentato da Raffaele Fitto e il loro programma mira a rafforzare l’economia e la sicurezza del Paese contro la lotta del terrorismo.

Coalizione del centro sinistra formato dal Partito Democratico giudato da Matteo Renzi, +Europa con Emma Bonino, Civica Popolare guidato da Beatrice Lorenzin e da Italia Europa Insieme rappresentato da Giulio Santagata che mira a fare riformi di tipo fiscali e contrastare la povertà nella nostra penisola.

E dopo quasi un mese dalle elezioni non si è ancora formato il governo e i vari partiti sono in movimento per formare nuove coalizioni per raggiungere la famosa soglia del 50%+1 per formare il nuovo governo.

Itis Leonardo da Vinci di Napoli

Calce Lorenzo, Centomani Angelo, Froncillo Francesco, Pecorella Alessio, Pecorella Cristian, Esposito Matteo

NESSUN COMMENTO

Rispondi